Otorino


OTORINOLARINGOIATRA NELLE LABIOPALATOSCHISI

I bimbi nati con labiopalatoschisi sono più portati ad avere problemi alle tube di Eustachio e all’orecchio medio, questo perché l’apertura del palato permette che nel faringe giunga aria fredda e questa può infiammare le tube che, occludendosi, possono portare infezioni all’orecchio.

I bambini con una schisi al palato tendono ad avere più otiti degli altri bimbi anche perchè le tube, che connettono il fondo del naso con l’orecchio interno, possono non funzionare correttamente.  I muscoli del palato normalmente aprono e chiudono le tube durante la deglutizione, equilibrando la pressione dell’aria. Quando questi muscoli non funzionano nel modo corretto, si può accumulare del fluido nell’orecchio interno e svilupparsi un infezione.

Chiudere il palato in tempi brevi riduce queste problematiche ed anche l’essere allattato con il latte materno invece di quello artificiale porta dei benefici per queste problematiche (in base allo studio Paradise del 1994).

Un bimbo nato con labiopalatoschisi dovrà essere controllato, nel tempo, da un otorino per controllare la funzionalità uditiva e lo stato generale dell’orecchio.

In alcuni casi, tramite un endoscopia, è possibile valutare le funzionalità della tuba e la mobilità del palato ricostruito ed in caso di problemi si può prevedere un intervento chirurgico correttivo di faringoplastica.

  • I NOSTRI BIMBI

    FOTO

  • RACCONTI
  • INIZIATIVE

    CONCRETE