Home

LABIOPALATOSCHISI:

Quando si incontra questa patologia sul proprio percorso è basilare INFORMARSI.

Non ci si deve fidare del primo consiglio che un medico o un genitore può dare e tantomeno dei miei. Questo sito non serve per dire in cosa consiste, in cosa si differenzia o le percentuali di incidenza sui bimbi, queste notizie potete trovarle ovunque, questo sito vuole far capire ai genitori che esistono centri altamente specializzati per le labiopalatoschisi ed altri che lo sono meno, ed anche tra i centri altamente specializzati le differenze dei risultati ottenuti possono essere notevoli.


Questo √® un percorso che porter√† ad ottimi risultati solo se ci si affida nelle mani dei chirurghi pi√Ļ capaci e purtroppo, secondo il mio parere, sono davvero pochissimi.
Quindi fidatevi solo di voi stessi, di quello che vedete e non di quello che vi viene detto e spero che questo sito possa esservi di aiuto in questo senza sprecare troppo tempo e troppe energie.
Facendo le scelte giuste, la labiopalatoschisi è una patologia che non deve spaventare.

Fate molta attenzione, in quanto le cose cambiano velocemente ed √® difficile per me tenere sempre aggiornato il sito (per questo metto anche il mio contatto telefonico per dare informazioni pi√Ļ aggiornate).

Ad esempio, nel sito potrebbe sembrare che il Dott.Gatti ed il Prof.Massei facciano le stesse cose, ma in realtà ci sono sempre nuove modifiche in atto (ad esempio la lip adhesion di Massei è diversa da quella di Gatti ed anche nella periostioplastica secondaria, a volte, fanno scelte diverse).

In questo sito si mettono a confronto i protocolli e le tecniche utilizzate dai migliori chirurghi (dal mio punto di vista, s'intende), ma ciò non è fatto per affermare che una tecnica è migliore di un'altra (anche se penso che, una tecnica che ricerca la ricrescita naturale dell'osso gengivale, come quelle dei chirurghi che cito, sia preferibile ad una tecnica che programma già in partenza un innesto osseo), ma solo ed esclusivamente per far capire che la scelta chirurgica cambia in modo determinante il percorso che un paziente (e di conseguenza i genitori) deve fare.